Attività correnti

 

Un’attività è classificata come “corrente” quando soddisfa uno dei seguenti criteri:
- quando ci si aspetta che sia realizzata, o si prevede che sia venduta o utilizzata nel normale ciclo operativo dell’entità;
- è posseduta principalmente per essere negoziata;
- si prevede che si realizzi entro dodici mesi dalla data di riferimento del bilancio;
- si tratta di disponibilità liquide o mezzi equivalenti a meno che non sia preclusa dall’essere scambiata o utilizzata per estinguere una passività per almeno dodici mesi dalla data di riferimento del bilancio.
Le “Attività correnti” comprendono:
- Disponibilità liquide
- Investimenti a breve termine
- Rimanenze
- Crediti commerciali e altri crediti
- Strumenti finanziari derivati
- Crediti tributari
- Attività possedute per la vendita
- Altre attività correnti
- Ratei e i risconti attivi

 

 

 

 

 

analyticstracking.php