Imprese agricole sostenibili, Settembre 2014 – Marzo 2015


L’intervento fornisce a tre aziende agricole della provincia di Rovigo una serie di conoscenze e competenze che permettono loro di allargare lo spettro delle funzioni svolte, di riqualificarle e di incrementare la loro capacità di soddisfare le aspettative dei consumatori, con un'attenzione particolare agli elementi di sostenibilità ambientale e tutela delle risorse naturali.
Le aziende coinvolte hanno l'esigenza di apportare profondi cambiamenti nelle funzioni svolte, nei processi produttivi e nei modelli di gestione, prevedendo un ampliamento delle stesse attività, attraverso la produzione di beni e servizi che, consentano loro di conservare il core business aziendale, implementando però strategie di adattamento funzionale, che passano attraverso l'internalizzazione della produzione di energia, l'utilizzo di risorse naturali rinnovabili (impianti eolico e fotovoltaico) e di reflui produttivi (microimpianti di biogas e biomassa).
Tutte e tre le aziende hanno un'attenzione particolare per le dimensioni sociali d'impresa e operano con avanzati parametri di responsabilità sociale che le portano a produrre esternalità positive quali il mantenimento e il recupero di spazi paesaggistici, la tutela delle risorse naturali e ambientali, la promozione di valori etici.
A lungo l'agricoltura ha dato di sé l'immagine di un mondo legato a modelli e funzioni immodificabili. In realtà le aziende più innovative, quali le aziende partner del progetto, mostrano un notevole dinamismo produttivo che risponde al manifestarsi di una serie di problemi che investono con particolare forza la produzione dei beni alimentari. La crescente sensibilità sociale per le questioni relative alla tutela del suolo, alla ricerca di stili di vita più curati, alla sostenibilità in tema di uso delle risorse, ha ricadute di grande impatto sulle politiche produttive del mondo agricolo. Ad esse è attribuito un ruolo centrale nel contribuire a rinnovare delle pratiche economiche poco razionali, ponendo le basi per lo sviluppo di un assetto produttivo e sociale più equilibrato.
Il tentativo di dare risposte concrete su questi terreni richiede un profondo rinnovamento cultuale alle imprese agricole, che in questo passaggio possono intravvedere lo spazio per una nuova centralità del settore. Si va dalle questioni strettamente ambientali, nel senso della difesa del suolo e della sua integrità, allo sviluppo di un nuovo approccio sui temi dell'energia sostenibile.
Il processo di tutela del settore ha però ricadute collettive importanti anche in termini di qualità del cibo, di stili di vita, di difesa della diversità biologica, di comportamenti etici (lotta allo spreco alimentare, gruppi di acquisto solidale, ecc.).

 

 

 

 

 

 

analyticstracking.php