Ricerca sui percorsi di sviluppo delle competenze dei knowledge workers, 2011

Il progetto si è concentrato sull’analisi dei processi di apprendimento in contesti non formali ed informali, come condizione per sperimentare un modello di validazione/certificazione delle competenze apprese.
L’elemento che ha contraddistinto in modo originale la ricerca è relativo al fatto che l’analisi sul campo e la sperimentazione del modello hanno riguardato le vicende di una particolare categoria di lavoratori, i cosiddetti Knowledge Workers, o lavoratori della conoscenza.
Con questa denominazione vengono individuate convenzionalmente le figure professionali che operano in contesti ad elevata complessità cognitiva.
La rilevazione condotta sul campo si è concentrata su tre grandi comparti produttivi del mondo dei servizi innovativi: l’area della Comunicazione, I servizi dell’ICT, le attività di Consulenza.
Una volta identificati i principali processi che favoriscono in misura significativa l’acquisizione di competenze di un soggetto, il progetto ha avviato un’attività di sperimentazione volta a testare il modello nella sua capacità di validare/certificare le competenze possedute dai lavoratori di questi comparti.
I vincoli connessi agli obiettivi sperimentali del lavoro, hanno suggerito di limitare l’intervento alla verifica dei percorsi relativi a tre specifiche figure, una per comparto.
La sperimentazione ha privilegiato le figure di riferimento più comuni per le attività di queste funzioni di servizio. Per la comunicazione, la scelta è caduta sul progettista grafico (o progettista web); per l’ICT, sul software designer (o sviluppatore); per la consulenza, sul consulente di direzione.

Torna su

Informazioni su: ' Ricerca sui percorsi di sviluppo delle competenze dei knowledge workers, 2011' ?